Provincia autonoma di Trento

CARO BOLLETTE

Ristoro Costi Energetici a favore dei nuclei familiari la cui condizione economica si è aggravata per l’eccezionale aumento dei costi energetici.

Presenta la tua domanda a partire dalle ore 9 del 16 maggio 2022.

   
IN COSA CONSISTE

Si tratta di un ristoro a favore dei nuclei familiari la cui condizione economica si è aggravata per l’eccezionale aumento dei costi energetici e che non hanno i requisiti per accedere alle compensazioni integrative temporanee sui costi di luce e gas stabilite dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) per l’anno 2022 e che nell’anno 2021/22 non sono beneficiare di assegno unico provinciale. 

   

I REQUISITI DEL NUCLEO FAMILIARE

Il nucleo familiare che desideri inoltrare domanda deve essere in possesso, congiuntamente, dei seguenti requisiti la cui verifica è effettuata con riferimento alla situazione esistente al 30.04.2022, se non diversamente specificato:

REQUISITO 1

Non deve aver presentato domanda per l’assegno unico provinciale entro il 30 aprile 2022 per il periodo decorrente dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022. Sono ammessi anche quei nuclei familiari che pur avendo presentato domanda di assegno unico provinciale, questa risulta chiusa entro il 31.03.2022.

Requisito 2

Non possiede i requisiti per essere beneficiario delle compensazioni integrative temporanee sui costi di luce e gas stabilite da ARERA per l’anno 2022

In particolare:

- possedere un indicatore ISEE superiore ad euro 12.000,00 o ad euro 20.000,00 se i figli a carico sono almeno 4;

- non essere beneficiario del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza;

- non essere beneficiario delle compensazioni integrative per disagio fisico;

REQUISITO 3

ha sostenuto una spesa per la fornitura elettrica o di gas ad uso domestico nel primo trimestre 2022.

Requisito 4

la media aritmetica dei saldi dei depositi e dei conti correnti bancari e postali intestati a tutti i componenti il nucleo familiare, relativi ai primi tre mesi dell’anno 2022 risulta pari o inferiore ad euro 15.000,00.

REQUISITO 5

ha un valore ai fini IMIS al 31 dicembre 2021 dei diritti reali previsti dall’articolo 2, comma 1, della legge provinciale n. 14 del 2014, detenuti da tutti i componenti il nucleo familiare sugli immobili diversi dall’abitazione principale e sulle aree edificabili, pari o inferiore ad euro 50.000,00.

I diritti reali sono: il diritto di proprietà, l’uso, l’usufrutto, l’abitazione, la superficie e l’enfiteusi.

REQUISITO 6

Possedere i  requisiti previsti per l’accesso alla quota A) dell’assegno unico provinciale , fatta eccezione per quelli economico-patrimoniale rispetto cui si fa riferimento a quanto stabilito per questa specifica misura

L’AMMONTARE DEL RISTORO

L’importo del ristoro è variabile in funzione della composizione del nucleo familiare e del reddito lordo familiare:

 

Composizione nucleo familiare Reddito lordo familiare Importo ristoro
Fino a due componenti Fino a  15.000,00 euro 250,00
da 15.000 o inferiore ad 20.000,00 euro 200,00
con tre componenti pari o inferiore ad euro 20.000,00 euro 250,00
pari o inferiore ad 35.000,00 euro 200,00
con quattro o più componenti pari o inferiore ad euro 30.000,00 euro 250,00
familiare pari o inferiore ad 55.000,00 euro 200,00

 

L’importo del Ristoro è pari a zero nel caso di nuclei monopersonali che si trovano nelle seguenti condizioni: detenuti, collocati in strutture residenziali a carattere socio-assistenziale, socio-sanitario o sanitario da almeno 30 giorni alla data di presentazione della domanda o soggetti a procedure di cancellazione per irreperibilità.

   

COME DETERMINO IL REDDITO LORDO FAMILIARE?

Il reddito lordo familiare è dato dalla sommatoria dei redditi complessivi ai fini irpef dei componenti il nucleo familiare beneficiario, relativi all’anno 2019, al netto di quello afferente l’abitazione principale e relative pertinenze.

APPROFONDISCI

   
COME DETERMINO IL PATRIMONIO?

Per determinare il valore del patrimonio, escludo il valore della prima casa, si prendono a riferimento i dati utilizzati ai fini del saldo IMIS di dicembre 2021. NON devono essere utilizzati i modelli F24 già inviati dal Comune per l’IMIS 2022.

APPROFONDISCI

    

COME LA PROVINCIA PROCEDE NELLA CONCESSIONE E LIQUIDAZIONE?

Le domande di Ristoro vengono concesse in ordine di condizione reddituale, partendo dalla più bassa, e a parità di condizione reddituale, in ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle disponibilità che residuano dopo aver pagato il ristoro dei nuclei familiari che hanno presentato domanda di assegno unico provinciale, come quantificato con deliberazione della Giunta provinciale.

Il Ristoro è liquidato in un’unica soluzione mediante versamento sul conto corrente indicato in domanda, per l’importo spettante. Si precisa infatti che il Ristoro non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini della relativa tassazione.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 

Il richiedente può presentare domanda esclusivamente online a partire dalle ore 9.00 di lunedì 16 maggio 2022 ed entro le ore 23:59 di martedì 31 maggio 2022 attraverso la piattaforma informatica dedicata.

La domanda è esente da imposta di bollo.

Per presentare la domanda devi essere in possesso del sistema di identità digitale SPID:

Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID Cittadino di II Livello)  Richiedi SPID
    
PRESENTA DOMANDA

Vai alla piattaforma

CONSULTA LE FAQ
Contattaci
RIFERIMENTI DI LEGGE

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies