Provincia autonoma di Trento

INTEGRAZIONE AL REDDITO PER LAVORATORI SOSPESI

Integrazione al reddito a favore di lavoratori sospesi dal lavoro per il blocco temporaneo delle attività economiche in conseguenza dell’emergenza COVID-19. Presenta domanda dal 11 gennaio 2021 entro il 28 febbraio 2021 per le ore di sospensione maturate nel secondo semestre 2020, o riferite all’intera annualità 2020.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma operativo FSE 2014/2020 della Provincia autonoma di Trento, grazie al sostegno finanziario dell’Unione europea - Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento.

   

IN COSA CONSISTE

Si tratta di un sostegno economico aggiuntivo rispetto alle integrazioni salariali quali Cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO), CIG in deroga, Cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) o agli assegni ordinari dei Fondi di solidarietà, a favore dei lavoratori sospesi dal lavoro a seguito del blocco temporaneo delle attività economiche conseguente l’emergenza COVID-19.   

per maggiori informazioni. 

 

I REQUISITI DEL LAVORATORE

Il lavoratore deve aver maturato almeno 300 ore di sospensione. Per il raggiungimento di tale monte ore potranno essere conteggiate, sia le ore di sospensione con causale COVID-19, sia eventuali ore di sospensione con altra causale (ad esclusione della causale per evento meteo). Il monte ore minimo di sospensione per i rapporti di lavoro a tempo parziale è dato applicando la percentuale di riduzione dell’orario di lavoro effettuato rispetto all’orario contrattuale a tempo pieno.

In particolare:

  • se ha già maturato il requisito delle 300 ore nel primo semestre e ha beneficiato del sostegno al reddito relativo, potrà presentare domanda per il secondo semestre (1 luglio-31 dicembre 2020), a prescindere dal numero di ore di sospensione maturate in tale secondo semestre;  non potrà richiedere un’integrazione per eventuali ulteriori ore di sospensione riferite al  primo semestre e non inserite nella precedente domanda;
  • in alternativa, se ha maturato  almeno 300 ore di sospensione totali con riferimento all’intero anno può presentare una richiesta riferita all’intera annualità 2020;    

Il lavoratore deve inoltre essere stato impiegato presso una sede dell’azienda localizzata in provincia di Trento per tutto il periodo per cui l’integrazione salariale è riconosciuta; in alternativa, deve essere residente in Provincia di Trento e aver svolto la propria attività lavorativa presso sedi legali o operative localizzate in Provincia di Bolzano o altra Regione confinante, purché non sia assegnatario di analogo intervento erogato dall’Amministrazione territorialmente competente del luogo in cui svolge o ha svolto l’attività lavorativa. 

Attenzione
Il sostegno non può essere richiesto nel caso in cui il lavoratore

  • sia stato assunto dal datore di lavoro dopo il 9 novembre 2020;
  • sia beneficiario dell’attualizzazione della quota A dell’Assegno unico provinciale, secondo la disciplina stabilita dall’art. 25 della legge provinciale n. 3/2020.

   

L’AMMONTARE DELL’INTEGRAZIONE AL REDDITO

L’importo orario dell’integrazione è fissato in due soglie, calibrate sull’importo massimo dell’assegno di cassa integrazione guadagni erogabile:

  • a favore dei lavoratori percettori di indennità fino all’importo relativo alla prima fascia di reddito, previsto annualmente a livello nazionale dall’INPS, per il 2020 pari a 2.159,48 euro, sono corrisposti 1,50 euro per ogni ora di sospensione dal lavoro;
  • a favore dei lavoratori percettori di indennità di cui alla seconda fascia di reddito, previsto annualmente a livello nazionale dall’INPS, per il 2020 superiore a 2.159,48 euro, sono corrisposti 1,00 euro per ogni ora di sospensione dal lavoro.

Il sostegno al reddito è liquidato in un’unica soluzione mediante versamento sul conto corrente indicato nella domanda, per l’importo spettante, al netto della ritenuta IRPEF del 23%. Si precisa, infatti, che l'indennità spettante è assimilata a reddito da lavoro dipendente e come tale è soggetta all'imposta sul reddito delle persone fisiche. 

 

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Il lavoratore presenta la domanda esclusivamente on-line dal 11 gennaio 2021 al 28 febbraio 2021

Attenzione
La domanda di accesso all’integrazione al reddito è soggetta al pagamento di marca da bollo di 16,00 euro. Si invita pertanto a munirsi della marca da bollo prima di procedere con la compilazione online. Codice numerico e data di emissione riportati sulla stessa dovranno essere, infatti, inseriti a sistema.

   

LA MISURA E' SCADUTA
Non è più possibile presentare domanda

   

Per presentare la domanda, il lavoratore deve effettuare i seguenti passaggi:

PASSO 1

COMPILA LA DOMANDA
Compilare in autonomia la domanda online di accesso al sostegno attraverso la previa registrazione al sistema informatico presente:

- sul sito del  Fondo sociale europeo in Trentino
- sul sito di  Agenzia del Lavoro
- oppure in questa pagina del sito #RIPARTITRENTINO

PASSO 2

ALLEGA L’ATTESTAZIONE CHE CERTIFICA LA TIPOLOGIA DI SOSPENSIONE
Accanto alla compilazione della domanda online, il lavoratore beneficiario deve allegare - all’interno del sistema informatico - un’attestazione rilasciata dal proprio datore di lavoro che certifica la tipologia di sospensione (causa COVID-19 ed eventuale altra causa), la fascia di reddito, la tipologia di contratto (tempo pieno o part time con relativa percentuale) e le ore di sospensione maturate nel secondo semestre o nell'annualità di riferimento evidenziando in particolare, per mese e per lavoratore, le ore di sospensione con causale COVID-19 successive alla data del 22 febbraio 2020 e le eventuali ore di cassa integrazione per altra motivazione (non per evento meteo).

Nella sezione "DOCUMENTI" di questa pagina è disponibile l' "ATTESTAZIONE DATORI DI LAVORO" che il datore di lavoro può utilizzare. In particolare, sono disponibili due modelli, da utilizzare alternativamente, a seconda che la richiesta di integrazione al reddito sia presentata per le ore di sospensione riferite al secondo semestre 2020 o sia riferita all’intera annualità 2020.

Attenzione

Tale attestazione dovrà essere fornita dal datore di lavoro direttamente al lavoratore che abbia maturato le 300 ore minime di sospensione.

Si invita a presentare domanda solo quando in possesso dell’attestazione.

PASSO 3

INVIA LA DOMANDA
Al termine della compilazione della domanda e dopo aver allegato l’attestazione che certifica la tipologia di sospensione, il sistema informatico provvederà ad inviare al richiedente, a garanzia dell’identità dello stesso, un codice OTP (One Time Password) al numero di cellulare o indirizzo di posta elettronica indicati nella domanda. Solo dopo l’inserimento corretto di tale codice nel sistema informatico, sarà abilitata la funzione di conferma e invio della domanda all’Amministrazione. Il sistema invierà quindi una ricevuta con l’indicazione della data e dell’ora dell’avvenuto invio della domanda all’Amministrazione.

Nella sezione "DOCUMENTI" di questa pagina puoi trovare un Facsimile dei dati che verranno richiesti al lavoratore per la compilazione online della domanda.

CONSULTA LE FAQ
CONTATTACI
DOCUMENTI
    AVVISO integrazione al reddito
    FACSIMILE - Domanda di integrazione al reddito (Aggiornata)
    ATTESTAZIONE DATORI LAVORO ANNUALE
    ATTESTAZIONE DATORI DI LAVORO II SEMESTRE 2020
RIFERIMENTI DI LEGGE
    Legge provinciale 23 marzo 2020, n. 2
    Deliberazione della Giunta provinciale 03 agosto 2020, n. 1095
    Deliberazione della Giunta provinciale 30 ottobre 2020, n. 1729
    Deliberazione della Giunta provinciale 22 dicembre 2020, n. 2274

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies