Provincia autonoma di Trento

CONTRIBUTI DA UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE FISCALE

Contributi da utilizzare in compensazione fiscale nell’ambito di spese sostenute per investimenti fissi, internazionalizzazione, consulenze, collaborazione tra scuola e imprese, investimenti e consulenze COVID-19.

IN COSA CONSISTE

Si tratta di contributi che puoi utilizzare in compensazione fiscale per spese sostenute nell'ambito delle seguenti aree:

  • investimenti fissi
  • internazionalizzazione
  • consulenze
  • collaborazione tra scuola e imprese
  • investimenti e consulenze COVID-19 
VERIFICA SE PUOI ACCEDERE AI CONTRIBUTI
REQUISITO 1

HAI UNA PICCOLA O MEDIA IMPRESA CHE RIENTRA TRA LE SEGUENTI CATEGORIE?

- imprese, enti e associazioni, consorzi, associazioni di categoria di cui al punto 2, commi 1 e 2, delle “ norme di carattere generale ” della legge provinciale 13 dicembre 1999, n. 6, che svolgono attività rientranti nei codici individuati dalla  tabella A , comprese le agenzie interinali. Per la tipologia di aiuto Investimenti fissi, limitatamente per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in, di sistemi di ricarica e per la modifica dell’alimentazione di veicoli, rientrano soggetti che svolgono attività anche non rientranti nei codici individuati dalla tabella A

- reti imprese

- esercizi ricettivi, a condizione che le unità locali nelle quali sono realizzati gli investimenti somministrino la prima colazione e non abbiano più del 70% dei posti letto in unità abitative con servizio autonomo di cucina

- lavoratori a autonomi e liberi professionisti (per gli investimenti e consulenze COVID-19)

Attenzione
Per ognuna di queste categorie devi rispettare determinate condizioni!

REQUISITO 2

HAI QUESTI REQUISITI?

  • un’unità operativa nel territorio provinciale
  • non hai in corso procedure concorsuali
  • non sei in difficoltà secondo la normativa europea (per i contributi relativi a investimenti e consulenze COVID-19, non devi essere in difficoltà al 31 dicembre 2019) - salvo deroghe per le microimprese e piccole imprese in difficoltà al 31.12.2019, come previsto dalla decisione della Comunicazione europea (SA 58547) a  questo link

QUALI SPESE PUOI PRESENTARE

Puoi presentare:

  • per investimenti fissi, internazionalizzazione, consulenze, collaborazione tra scuola e imprese, le spese sostenute nei 18 mesi precedenti la domanda di agevolazione
  • per investimenti e consulenze COVID-19, le spese sostenute nei mesi precedenti la domanda di agevolazione e comunque dopo il 31 gennaio 2020

Sono previste eccezioni per gli investimenti immobiliari e per le acquisizioni di beni tramite contratto di leasing: 

 per visionare le spese che puoi presentare in questi casi.

Le tue spese devono risultare integralmente pagate alla data di presentazione della domanda e attestate da un professionista iscritto all’Albo professionale dei dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, dei Revisori Legali o di un C.A.T. - H.U.B. - società di Servizi controllate da un’Associazione di Categoria.

Devi effettuare il pagamento delle tue spese unicamente a mezzo di transazione bancaria/postale dalla quale risulti il collegamento tra il documento di spesa e quello di pagamento. Solo nel caso in cui tale collegamento non emergesse, questo lo puoi dimostrare con una dichiarazione di avvenuto pagamento del tuo fornitore del bene o del servizio. In ogni caso, non puoi effettuare pagamenti in contanti e in compensazioni credito/debito.

Attenzione
Se non rispetti queste condizioni la quota di spesa che non hai pagato secondo le modalità consentite non è ammessa a contributo.

 

LIMITI DI SPESA AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

La tua spesa massima ammissibile, per ciascun anno, è pari a 400 mila euro complessivi, nel rispetto dei limiti previsti dalla singole tipologie di aiuto.

Devi comunque determinare la tua spesa massima complessiva con una  procedura di calcolo  e in relazione agli esercizi chiusi precedenti alla data di presentazione della domanda:

  • se la tua impresa ha meno di tre esercizi chiusi, oppure se non ha alcun esercizio chiuso, l’importo è determinato in un valore fisso pari a 200 mila euro complessivi o, in alternativa, in un valore pari al capitale sociale della tua impresa richiedente moltiplicato per 5, comunque fino a un massimo di 400 mila euro complessivi. 
 
LE TIPOLOGIE DI AIUTO

Cliccando sulle singole tipologie di aiuto puoi trovare le iniziative ammesse e gli aspetti relativi alla misura del contributo:

 
COME PUOI UTILIZZARE IL TUO CONTRIBUTO

Puoi utilizzare il contributo che ti è stato concesso esclusivamente in compensazione fiscale, presentando il modello F24, dal primo giorno del mese successivo alla comunicazione di concessione e attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Attenzione
Non puoi compensare un importo superiore a quello concesso dalla Provincia.

 
I TUOI OBBLIGHI

La concessione del contributo comporta per te questi obblighi:

  • mantenere la sede o l’unità operativa attiva sul territorio provinciale
  • non alienare, cedere o comunque distogliere dalla loro destinazione i beni o i servizi per i quali i contributi sono stati concessi
  • accettare ogni controllo sull'effettiva destinazione del contributo concesso e sul rispetto degli obblighi
  • tempestiva comunicazione di qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini della concessione dell'agevolazione o ai fini del mantenimento della stessa
  • applicazione nei confronti dei propri dipendenti dei contratti collettivi e accordi nazionali e provinciali, osservanza delle leggi in materia di lavoro, previdenza e assistenza e delle disposizioni in materia di tutela della salute e dell'integrità fisica dei lavoratori
  • messa a disposizione, su richiesta della Provincia, dei dati concernenti la situazione economico - finanziaria, fino a tre anni successivi all'erogazione complessiva dell'aiuto
  • riscatto dei beni oggetto dei contratti di leasing

Attenzione
In caso di violazione di uno di questi obblighi la Provincia procede alla revoca del contributo che hai ricevuto.

 per maggiori informazioni sugli obblighi.

 
TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Puoi presentare, anche tramite un tuo delegato, una sola domanda di contributo relativa a una o più tipologie di aiuto entro le seguenti date:

  • per investimenti fissi, internazionalizzazione, consulenze, collaborazione tra scuola e imprese: dal 2 gennaio al 31 dicembre di ogni anno 
  • per investimenti e consulenze per COVID-19: per il solo anno 2020 ed entro le ore 15.00 del 16 novembre 2020

Per presentare la domanda devi essere in possesso del sistema di identità digitale SPID:

Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID Cittadino di II Livello)  Richiedi SPID 

Se il soggetto che attesta le spese è diverso dal soggetto che presenta la domanda (tu o un tuo delegato), tale soggetto deve possedere una firma digitale di tipo CADES per sottoscrivere l'attestazione:

Informazioni sulla Firma Digitale                                                            Scopri la Firma Digitale

   

ACCEDI ALLA PIATTAFORMA PER FARE DOMANDA

Accedi utilizzando le credenziali SPID:

Vai alla piattaforma

 

HAI DUBBI?

Consulta le FAQ

   

DOCUMENTI
RIFERIMENTI DI LEGGE
    Deliberazione della Giunta Provinciale 11 giugno 2020, n. 804
    Deliberazione della Giunta provinciale 11 settembre 2020, n. 1378
    Deliberazione della Giunta provinciale 9 ottobre 2020, n. 1568
    Legge provinciale 13 dicembre 1999, n. 6
    Legge provinciale 13 maggio 2020, n. 3, art. 4
    Legge provinciale 30 dicembre 2014, n. 14, art. 17

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies