Provincia autonoma di Trento

Investimenti fissi

Iniziative ammesse a contributo:
  • investimenti immobiliari e mobiliari volti a migliorare la qualità delle struttura aziendale, quali:
    • opere di costruzione, ristrutturazione, incluse sistemazioni esterne, o ampliamento delle strutture immobiliari
    • investimenti mobiliari da collocare in locali oggetto delle opere di cui al precedente punto
  • investimenti per l'acquisto di autoveicoli aziendali sostitutivi di altri autoveicoli rottamati o incrementativi del parco veicoli
  • investimenti per il miglioramento delle condizioni di lavoro
  • investimenti destinati all'installazione di sistemi di videosorveglianza antirapina, presso le unità locali delle imprese
  • investimenti mobiliari ed eventuali opere immobiliari accessorie
  • investimenti per l’accesso ai servizi di connettività in banda ultra larga
  • investimenti per l'acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in, di sistemi di ricarica e per la modifica dell'alimentazione di veicoli
  • investimenti per l’installazione di sistemi di sicurezza della connessione di rete

Aspetti relativi alla misura del contributo:

Il tuo aiuto è concesso nei limiti di una spesa minima e massima ammissibile, e sulla base di una percentuale:

  • spesa minima:
    Dimensione impresa Investimenti mobiliari Investimenti immobiliari
    Fino a 10 addetti 10 mila euro 50 mila euro
    Da 11 a 50 addetti 40 mila euro 100 mila euro
    Fino a 250 addetti 100 mila euro 200 mila euro
  • spesa massima ammissibile: 300 mila euro
  • misura del contributo: 15%

Sono previste queste eccezioni:

  • per gli investimenti per l’acquisto di autoveicoli per trasporto persone, con esclusione degli autocaravan, è stabilito il limite massimo di spesa ammissibile di 20 mila euro per autoveicolo se svolgi le seguenti attività:
    - trasporto con taxi
    - agenti o rappresentanti di commercio
    - promotori finanziari
    - agenti di assicurazioni
    - sub-agenti di assicurazione
  • per gli investimenti per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in sulle tue spese ritenute ammissibili è concesso, per ciascun veicolo elettrico diversificato per tipologia, un contributo, nel limite massimo di una spesa di 300 mila euro, come di seguito riportato:
    - autoveicolo elettrico: 4 mila euro
    - autoveicolo ibrido plug-in: 2 mila euro
    - motoveicolo elettrico: 1.500 euro e comunque non superiore al 50% della spesa ammissibile
    - ciclomotore elettrico: 750 euro e comunque non superiore al 50% della spesa ammissibile
  • per gli investimenti per l’acquisto di sistemi di ricarica sulle tue spese ritenute ammissibili è concesso, per ogni colonnina, un contributo pari al 60% della spesa ammissibile, nel limite massimo indicato di seguito:
    - stazione di ricarica per veicoli elettrici o ibridi: 1.500 euro
    - stazione di ricarica per e-bike, dotate di multipresa con caratteristiche conformi a tecnologie avanzate: 500 euro
  • per gli investimenti per la modifica dell’alimentazione di veicoli sulle tue spese ritenute ammissibili è concesso un contributo massimo pari a 5 mila euro per ogni mezzo e comunque non superiore al 50% della spesa ammissibile

Vai al punto 13.1 Sezione A dei Criteri e verifica le spese che puoi presentare

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies